ALTO ADIGE -  NUOVO SISTEMA DI CONTRIBUTI PER L’EFFICIENZA ENERGETICA  E FER

Il 14/02/2017 Sono state approvate dalla Giunta della Provincia autonoma di Bolzano le nuove linee guida ed i contributi per favorire l’efficienza energetica e ridurre le emissioni nocive.

Per il 2017 sono stati stanziati a bilancio 15 milioni di euro. La Provincia tramite il Piano clima Energia Alto Adige 2050 si è posta obiettivi molto ambiziosi:

  1. la copertura di consumo energetico con fonti rinnovabili dovrà arrivare al 75% nel 2020 (al 90% nel 2050),
  2. le emissioni di CO2 pro capite nel 2020 non dovranno superare le 4 tonnellate ed entro il 2050 dovranno scendere a 1,5 all'anno
  3. il consumo energetico pro capite dovrà ridursi a 2.500 watt nel 2020 e a 2.200 nel 2050.

Il Piano clima prevede per il 2020 una quota annuale di risanamento degli edifici del 2,5%, pari a 1.500 edifici l’anno. Il contributo per il risanamento energetico degli edifici sarà aumentato al 50% per risanamento energetico complessivo con annessa certificazione dello standard Casa Clima, in caso contrario, il contributo resta del 30%.

Il Piano prevede anche l’aumento del contributo per il risanamento energetico dei condomini dal 30 al 70%.

Le nuove linee guida puntano sull’incremento dell’utilizzo di energie rinnovabili. La quota di contributo Fer sale al 50% dei costi aggiuntivi. È previsto anche il contributo provinciale per la sostituzione di impianti di illuminazione pubblica, la Provincia finanzierà il 50% dei costi riconosciuti.

Impianti fotovoltaici e impianti eolici realizzati in zone senza possibilità di allacciamento alla rete elettrica potranno prendere un contributo del 65% della spesa sostenuta.

Per le imprese la quota del finanziamento per lavori di risanamento e di efficientamento energetico sarà  mediamente del 50% per le piccole imprese, del 40% per le medie e del 30% per quelle di grandi dimensioni.

Per le PMI è stata introdotta la possibilità di finanziare degli audit energetici. Il contributo provinciale per questa diagnosi volontaria, è del 60% per le piccole imprese e del 50% per le medie.

Unitamente a questi provvedimenti non saranno più incentivati i generatori di calore nelle nuove costruzioni, poiché la direttiva sull’efficienza energetica prescrive una quota fissa minima obbligatoria di energia rinnovabile nei nuovi edifici.

Brentenergy è a vostra disposizione per qualsiasi approfondimento; contattaci per maggiori informazioni.

brentenergy

Tel. 0463 466822

Fax. 0461 1810126

Sede legale:

via Orti 8

38010 Sfruz (TN)

P.IVA - C.F. 02358500227

Sede operativa Trentino:

Via Sonora 32, fraz. Segno

38012 Predaia (TN)

Sede operativa Lombardia:

Contrada delle Bassiche 9/A

25122 Brescia (BS)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.