NUOVO CONTO TERMICO: PUBBLICATE  LE REGOLE APPLICATIVE

il 29 luglio scorso sono state pubblicate sul sito del GSE le Regole Applicative che disciplinano le modalità di accesso agli incentivi del Conto Termico 2.0. Il D.M. 16 febbraio 2016 (Conto Termico 2.0) è entrato in vigore il 31 maggio 2016 e mette a disposizione 900 milioni di euro l’anno sotto forma di incentivi per privati e Pubbliche Amministrazioni.

Le Regole Applicative  sono disponibili sul sito del GSE nella sezione dedicata al Conto Termico (link al portale del GSE). È possibile consultare il documento attraverso una modalità di navigazione personalizzata oppure è possibile consultare tutti i capitoli del documento. Nel primo caso selezionando il soggetto destinatario dell’incentivo (Pubblica Amministrazione, privati, ESCo e cooperative sociali) sono visibili tutti gli interventi ammessi ad incentivo per quel soggetto, le caratteristiche minime che l'intervento deve rispettare per accedere ai contributi e la documentazione necessaria per l'invio della richiesta. Dal 1° agosto, inoltre, le Pubbliche Amministrazioni possono accedere alla procedura di prenotazione degli incentivi attraverso il Portaltermico.

Brentenergy è a vostra disposizione per qualsiasi approfondimento oltre che per la presentazione delle domande; contattaci per maggiori informazioni.

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO EDIFICI PUBBLICI - VENETO

Nell'ambito del Por Fesr 2014-2020, asse 4 “Sostenibilità energetica e qualità ambientale”, la Regione Veneto ha aperto un bando (da 20 milioni di euro) per il sostegno di interventi realizzati da enti locali per l'efficientamento energetico di edifici di proprietà pubblica a destinazione non residenziale.

Al bando possono presentare domanda:

  • Comuni;
  • Unioni di Comuni o associazioni di Comuni;
  • Consorzi di Comuni;
  • Unioni Montane di cui alla L.R. 28/09/2012;
  • Province;
  • Città Metropolitana.

Gli interventi ammissibili sono tutti i progetti che consentano di migliorare le prestazioni energetiche di uno o più edifici, esistenti a destinazione non residenziale di proprietà pubblica e occupati dai beneficiari.

Per poter partecipare al bando il progetto deve riguardare edifici con superficie utile superiore a 500 mq dotati (ex ante) di attestato di prestazione energetica (APE) valido, redatto e registrato in conformità alla normativa vigente che ne attesti l’appartenenza alla classe G; inoltre deve essere predisposto sulla base e in coerenza con una diagnosi energetica.

Ad intervento eseguito deve far migliorare le prestazioni energetiche (in termini di consumo di energia primaria) dell’edificio riducendo i consumi di almeno il 10% e conseguire un miglioramento dell’indice di efficienza energetica dell’edificio di almeno due classi energetiche secondo il sistema di certificazione vigente.

Nel caso in cui l’intervento consista in una ristrutturazione importante di primo livello, ad intervento concluso (ex post) ciascun edificio deve rientrare fra gli edifici “a energia quasi zero”.

Per essere ammessi al bando il periodo di recupero non attualizzato per ciascun edificio non deve eccedere 20 anni;

Le domande possono essere presentate dall’ 11 luglio al 23 settembre 2016 esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema Informativo Unificato della Programmazione Unitaria (SIU) della Regione.

Per informazioni dettagliate si rimanda alla pagina del bando pubblicata dalla Regione Veneto:

http://bandi.regione.veneto.it/Public/Dettaglio?idAtto=650&fromPage=Elenco&high=efficientamento%20energetico

Brentenergy è a vostra disposizione per qualsiasi approfondimento oltre che per la presentazione delle domande; contattaci per maggiori informazioni.

 

FONDO REGIONALE PER L’EFFICIENZA ENERGETICA (FREE) – LOMBARDIA

La Regione Lombardia ha approvato un provvedimento che istituisce il Fondo Regionale per l’Efficienza Energetica (FREE) per sostenere progetti di efficientamento energetico di edifici pubblici, realizzati da Comuni e Comunità Montane, attraverso la concessione di agevolazioni a fondo perduto e di finanziamenti agevolati.

Il bando prevede un investimento complessivo di 43 milioni di euro. La misura prevede la concessione di un’agevolazione pari al 70% delle spese ammissibili (composta da un 30% di contributo a fondo perduto e da un 40% di finanziamento agevolato) sino ad un massimo di 4.900.000 €, per interventi di efficientamento energetico dei servizi di climatizzazione invernale o estiva, di illuminazione, di trasporto di persone o cose (es. ascensori, scale mobili), di acqua calda sanitaria, che interessino l’involucro e le pertinenze dell’edificio e i suoi impianti tecnologici.

Ciascun Comune può partecipare a una sola richiesta di contributo, anche in associazione con altri Comuni e per la ristrutturazione di più edifici, con un limite minimo di spese previste per ciascuna richiesta pari ad almeno 1.000.000 €.

Per accedere ai benefici è necessario aver effettuato la diagnosi energetica e la certificazione energetica dell’edificio ed aver redatto il progetto preliminare delle opere da realizzare.

La domanda di contributo va presentata on-line per mezzo del Sistema Informativo Integrato della Programmazione Comunitaria 2014-2020 "SIAGE"  dal 13 giugno 2016 al 28 ottobre 2016.

L’ammissione al contributo avverrà sulla base di una graduatoria. 

Brentenergy è a vostra disposizione per qualsiasi approfondimento oltre che per la presentazione delle domande; contattaci per maggiori informazioni.

 

NUOVO CONTO TERMICO: PUBBLICATO IL CATALOGO DEGLI APPARECCHI DOMESTICI

Con l’entrata in vigore del nuovo Conto termico, il GSE mette a disposizione degli utenti sul proprio sito  il “Catalogo degli apparecchi domestici” rispondenti ai requisiti tecnici previsti dagli allegati al Dm 16 febbraio 2016.

L’installazione di uno degli apparecchi contenuti nel Catalogo consente di accedere all’incentivo mediante una procedura semplificata.

Il GSE precisa che "Il Catalogo ha valore esemplificativo e non esclude, quindi, che anche altri apparecchi non elencati possano rispondere ai requisiti richiesti dal Decreto". Inoltre il Decreto stabilisce che "i produttori di apparecchi e tecnologie possono presentare al GSE richiesta di iscrizione dei propri prodotti al Catalogo, secondo modalità e tempistiche definite dallo stesso nelle regole applicative” (si ricorda che al momento le regole applicative non sono ancora state pubblicate).

Questa prima versione del Catalogo contiene un vasto elenco di modelli di generatori a biomassa (fino a 35 kW) e di collettori solari termici (fino a 50 m²), mentre mancano  le  caldaie condensazione fino a 35 kW; le pompe di calore fino a 35 kW;e gli scaldacqua a pompa di calore fino a 35 kW.

Contattaci per maggiori informazioni.

AGEVOLAZIONI ECONOMICHE PER L'EFFICIENZA ENERGETICA DELLE ABITAZIONI PRIVATE - PROVINCIA DI TRENTO

il 20 maggio l’Assessorato alle Infrastrutture e all’Ambiente della Provincia Autonoma di Trento ha emanato due delibere che prevedono agevolazioni economiche per condomini e abitazioni private che intendano attuare misure ed interventi di efficienza energetica. La somma stanziata per l’anno 2016 è di oltre 1 milione di euro.

I contributi coprono gli interessi derivanti dall'anticipazione delle detrazioni d’imposta per le spese relative agli interventi di ristrutturazione (50%) e/o di riqualificazione energetica (65%) del patrimonio edilizio.

Il contributo provinciale, erogato in dieci rate annuali di pari importo, coprirà gli interessi riferiti ad una quota di capitale massima pari all’ammontare della detrazione d'imposta statale teorica calcolata sulle spese sostenute e relativi ad un contratto di mutuo stipulato con uno degli istituti di credito convenzionati.

Non si tratta quindi di un contributo sulle spese sostenute per gli interventi di ristrutturazione e di riqualificazione energetica, ma sugli interessi del mutuo stipulato per anticipare in termini di liquidità le detrazioni di imposta teoriche

Possono presentare domanda le persone fisiche che sono proprietarie (anche per quote) dell'edificio ad uso abitativo situato nel territorio della Provincia di Trento oggetto degli interventi di ristrutturazione e/o riqualificazione energetica;

La spesa minima prevista per gli interventi di ristrutturazione e/o riqualificazione energetica è di  20.000 euro; l’importo minimo del contratto di mutuo stipulato con uno degli istituti di credito convenzionati, è 10.000 euro.

Le domande possono essere presentate, anche congiuntamente in caso di comproprietari della stessa unità immobiliare urbana, alla Provincia autonoma di Trento a partire dal 1° luglio 2016 fino al 30 novembre 2016.

Brentenergy è a vostra disposizione per qualsiasi approfondimento oltre che per la presentazione delle domande; contattaci per maggiori informazioni.

brentenergy

Tel. 0463 466822

Fax. 0461 1810126

Sede legale:

via Orti 8

38010 Sfruz (TN)

P.IVA - C.F. 02358500227

Sede operativa Trentino:

Via Sonora 32, fraz. Segno

38012 Predaia (TN)

Sede operativa Lombardia:

Contrada delle Bassiche 9/A

25122 Brescia (BS)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.